Invito alla visione del film KATYN

«PORTARE KATYN NEL CUORE»
A cura di Alessandro Rivali, da Studi cattolici n. 578, aprile 2009.

Nelle scorse settimane è giunto in Italia Katyn, il film del maestro polacco Andrzej Wajda (Oscar alla carriera nel 2002). Nonostante la fama del regista, la pellicola è stata distribuita in un numero insignificante di sale cinematografiche. Sono così sorte polemiche per la generale disattenzione nei confronti di uno dei più tragici episodi della seconda guerra mondiale. Nella foresta di Katyn e in altre località, per ordine di Stalin, furono infatti trucidati circa ventiduemila ufficiali polacchi. Per lunghi anni sulla vicenda è calato il silenzio e la responsabilità dell’eccidio è stata attribuita dalla propaganda sovietica alle truppe naziste. Abbiamo incontrato Krzysztof Strzalka (foto), Console generale della Repubblica di Polonia a Milano, per riflettere insieme a lui sul significato della «Questione Katyn» nella storia del suo Paese.

11Anni
Anni
84
Incontri

newsletters restiamoin contatto

sostieni ftc

Dove siamo

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.